fbpx

E-commerce o Marketplace? Questo è il dilemma!

E’ il dilemma di molti, soprattutto dopo l’esperienza del lockdown per il Covid19.

Le Cantine Vinicole hanno compreso il valore di essere presenti online con i propri prodotti per mantenere e attivare il contatto con i clienti che per qualsiasi motivo non possono recarsi personalmente in cantina. Sono diverse le modalità per vendere online i propri prodotti, come: attivare un E-commerce per vendere in modo autonomo oppure affidarsi al Marketplace.

Marketplace o E-commerce: cosa sono e quali differenze hanno?

Si sente parlare molto di e-commerce e di marketplace, ma quali sono le differenze tra le due piattaforme?

Possiamo paragonare le piattaforme di Marketplace ai grandi centri commerciali dove si trovano molteplici prodotti.

Un esempio per il settore delle cantine vinicole: le “piattaforme tipo” più conosciute sono Tannico o Vino75 e va ricordato che queste piattaforme sono aziende che investono migliaia di euro al mese in marketing orientato ad acquisire nuovi clienti e potenziare le vendite.

L’E-commerce di proprietà della cantina, invece, è paragonabile al negozio di vendita della cantina stessa.

Quindi l’Ecommerce è una specifica area sul sito Web della cantina dove il cliente può entrare ed esplorare l’intera offerta dei vini. In quanto di proprietà, con l’Ecommerce si può parlare e comunicare in modo efficace del proprio prodotto senza dover “sgomitare” con la concorrenza.

Si sente parlare molto di e-commerce e di marketplace, ma quali sono le differenze tra le due piattaforme?

Marketplace: Pro e contro

Il Marketplace è molto simile a un grande centro commerciale anche nelle dinamiche di vendita.

Chi entra in un Marketplace, è alla ricerca di uno specifico prodotto e nella molteplicità dei prodotti la ricerca si incentra sulle esigenze del cliente in quel preciso momento.

Scorrendo i vari prodotti selezionati tramite la funzionalità di ricerca, c’è la possibilità di imbattersi anche nei prodotti della nostra cantina che sono in mezzo a tutti gli altri.

Solo pagando una royalty al Marketplace (quando è previsto) , la cantina può ottenere maggiore visibilità per i propri prodotti.

Nel Marketplace l’afflusso di persone in ingresso è molto elevato come nel grande Centro Commerciale, un flusso generato dai cospicui investimenti mensili che tutti i Marketplace realizzano al fine di veicolare sul proprio sito utenti interessati all’acquisto del vino.

Di conseguenza sebbene il prodotto della cantina non sia ben visibile, le probabilità di acquisto aumentano e va ricordato che il cliente che entra in un Marketplace per comprare vino è solitamente un cliente “non fedele” in quanto la leva principale che spingerà all’acquisto sarà il valore della bottiglia, e non certo la provenienza della cantina.

Quindi nell’ottica di puntare a nuovi clienti, le probabilità di riacquisto sono tendenzialmente scarse.

Pro

Le bottiglie sono in un circuito a elevata visibilità

Tutte le attività di Marketing sono centralizzate e a carico del Marketplace

Non ci sono problematiche di ammodernamento della piattaforma di vendita che sono a carico del Marketplace

Contro

Il cliente del Marketplace è tendenzialmente “infedele”, quindi si realizzeranno vendite a spot

Le proprie bottiglie saranno in concorrenza diretta con cantine che producono vino dalle caratteristiche simili

Il cliente acquisito dal Marketplace, è per definizione del Marketplace, quindi non si possono fare attività di rivendita diretta

E-commerce: Pro e contro

Avere un E-commerce di proprietà nel sito, è come invitare il cliente all’interno della propria cantina.

A differenza di un Marketplace, dove il tutto è incentrato solo sulla vendita della bottiglia, all’interno di un E-commerce la bottiglia diventa la cornice del contesto perché il cliente ha la possibilità di conoscere la filosofia di produzione, le dinamiche della cantina, e volendo, di poter dialogare direttamente con il viticoltore.

L’esperienza utente quindi porterà ad una creazione di empatia nei confronti del cliente, sentendosi guidato o consigliato nell’esperienza dell’acquisto.

Con l’Ecommerce non ci si ferma alla vendita delle bottiglie, anzi, il cliente diventa partecipe sui Social, degli eventi organizzati in cantina oppure nelle manifestazioni vitivinicole.

Pro

Il cliente acquisito sull’E-commerce del proprio sito può diventare un potenziale cliente fedele, e riacquistare il prodotto

Non è solo interessato all’acquisto delle bottiglie, ma alle peculiarità della cantina, quindi interessato anche alle altre iniziative che vengono organizzate

Partecipa alle comunicazioni social della cantina

Contro

Le visite all’e-commerce del proprio sito sono nettamente inferiori a quelle del Marketplace

Il Marketing per acquisire nuovi clienti è a carico della cantina

Il cliente acquisito dal Marketplace, è per definizione del Marketplace, quindi non si possono fare attività di rivendita diretta

Conclusioni

Ogni tipo di piattaforma ha le proprie peculiarità sia in ottica di vendita che di mantenimento del cliente.

Entrambe lavorano su tipologie di clienti completamente diversi, come si dice :“Chi compra il vino in un supermercato difficilmente si rivolge direttamente alla cantina e viceversa”.

L’ideale è lavorare su entrambe le piattaforme, per capitalizzarne i vantaggi e portare maggiori benefici alla cantina: il Marketplace aumenta in ogni caso la visibilità della propria attività, mentre l’E-Commerce proprietario fidelizza il cliente nel tempo.

Come otteniamo risultati?

Tenendoci in costante contatto  con te, integrando la tua pianificazione marketing offline e sviluppando nuove strategie adatte al tuo stile di lavoro.