L’etichetta è più di uno strumento di marketing

L’etichetta è più di uno strumento di marketing

L’etichetta di un vino vista dal mondo della comunicazione e della legge

Image

Vuoi rendere il Web una fonte di guadagno per la tua cantina?

Lo puoi fare senza ingenti investimenti economici

con la formula Partnership Winefor.eu

Approfondisci
Image

Pensi che il vino non si venda online?

I numeri parlano chiaro!

I Numeri

L’argomento correlato alle etichette delle bottiglie di vino nasconde un vero e proprio universo, perché dietro ad un progetto grafico comunque si rispecchia un progetto di marketing che rende l’etichetta il primo metodo di comunicazione di una azienda vinicola.

Ma non è solamente un veicolo di marketing, è anche un documento che ha comunque valenza di legge. Come si possono coniugare le due cose?

Certo, l’etichetta è la rappresentazione dell’azienda in tutto il mondo. Quindi occorre essere ben consapevoli dell’immagine che si vuole dare alla propria azienda e i valori che si vogliono trasmettere.

Il marketing e il mondo delle etichette è un rapporto abbastanza complesso e che si sta consolidando molto a rilento, ma negli ultimi anni ha fatto passi da gigante.

La difficoltà infatti sta nel coniugare la tradizione vinicola con i nuovi metodi di comunicazione. Almeno per quanto riguarda i paesi come il nostro, con una lunga tradizione legata al vino.

I paesi emergenti che si stanno affacciando alla produzione vinicola non hanno questo problema, dovendo costruire il loro marketing slegandolo dalla tradizione.

Ma non solo… ogni Paese ha gusti e idee completamente diverse… probabilmente una etichetta ideata per il mercato Italiano non ha lo stesso appeal ad esempio nel mercato Russo (senza considerare anche le implicazioni legali sulla tipologia di informazioni da pubblicare nell’etichetta).

Molto è stato fatto in questo frangente, relegando in appositi spazi specifici nell’etichetta le informazioni necessarie al fine di una corretta comunicazione legale, e su questo i Consorzi di Tutela hanno aiutato molto il settore.

Ma l’avvento del Testo Unico del Vino, dopo anni di modifiche sotto la bandiera della semplificazione, cambierà qualcosa?

Sicuramente si, in quanto viene introdotta la figura del “vitigno autoctono italico” riformulandola completamente, come anche i “vigneti storici” e la “Gran Selezione”.

Poco invece cambia nelle menzioni tradizionali e delle sotto zone.

Certo è che, stando alle ultime modifiche del Testo Unico del Vino, invece di aver ottenuto delle semplificazioni, si è ottenuto un risultato opposto, avendo tante normative (non solo italiane) su cui basarsi per la realizzazione corretta di una etichetta.

L’etichetta è più di uno strumento di marketingultima modifica: 2017-05-17T13:00:38+00:00 da redazione